header caar ita

In occasione della visita papale, oggi a Grado si è tenuta l’inaugurazione dell’unico tratto in cui la Ciclovia Alpe Adria corre in provincia di Gorizia. Oltre alle solite autorità, ha partecipato all’evento un discreto numero di ciclisti: non male per un’opera inaugurata… ma non ancora completata. Questo spettacolare tratto della ciclabile, che attraversa la laguna su di un terrapieno, è stato solo parzialmente dotato delle protezioni di sicurezza lato acqua (il completamento è previsto per la fine di giugno). La pavimentazione lascia perplessi: sembrerebbe della semplice ghiaia ben battuta. Per carità, attualmente è in ottime condizioni e non c’è molta differenza dal pedalare sull’asfalto. Però tra qualche tempo, dopo essere stata esposta agli eventi atmosferici e all’erosione delle mareggiate, come si comporterà. Si era parlato della copertura di questa parte di ciclablile con una speciale resina color sabbia: forse allora anche questa parte è da completare. Manca infine il tratto di ciclabile, lungo poche centinaia di metri, che dovrà portare a Grado superando il ponte girevole. Per la realizzazione di questo breve tratto sembra che dovremo aspettare fino alla fine di questo anno. Attualmente per entrare a Grado è necessario immettersi sulla stretta e trafficata strada regionale: per fortuna che il pericoloso attraversamento è regolato da un impianto semaforico di recente installazione e da una buona segnaletica che allerta gli automobilisti.