header caar ita

Vorrei ripercorrere assieme a voi, la costruzione della pista ciclabile sul terrapieno che attraversa la laguna collegando il piccolo borgo di Belvedere al centro turistico di Grado. Il terrapieno sulla laguna prima dell’inizio dei lavori per la realizzazione della pista ciclabile (21/01/2009) Cartello sull’argine della laguna (24/01/2009) Sul finire del gennaio 2009 i lavori per questo tratto di pista ciclabile non sono ancora iniziati. Però, già da qualche tempo, sono state avviate le opere di conversione del sedime della vecchia ferrovia Cervignano – Aquileia – Grado. Un cartello, posizionato poco prima dell’argine della laguna, pubblicizza i nominativi dei tecnici coinvolti nella realizzazione dell’opera, i tempi di esecuzione (fine dei lavori per il 21/08/2009) e l’importo previsto (per ora siamo a oltre 2 milioni di euro). Ampliamento dell’argine e struttura di base della pista ciclabile (13/06/2009) Giugno 2009: dopo qualche mese, i lavori proseguono abbastanza spediti. Il terrapieno, dove già corre la strada regionale, è stato allargato e la base della pista ciclabile è praticamente completata. Anche il sottofondo della pavimentazione è stato steso mentre manca il posizionamento del ponte in ferro. Cartello sull’argine della laguna (28/03/2010) Compattazione del fondo (29/11/2009) Alla fine di novembre del 2009 siamo alla stesura e compattazione del macinato che fungerà da pavimentazione per la pista ciclabile. Anche il ponte in ferro è stato completato e perfettamente transitabile. Il cartello che si trova all’inizio della laguna è stato aggiornato: la fine dei lavori è stata posticipata al 29/11/2009. Poco male, un piccolo ritardo. In Italia siamo abituati a tempi ben più lunghi per la realizzazione delle opere pubbliche! Già mi vedevo, la primavera successiva, a pedalare su questo nuovo tratto della Ciclovia Alpe Adria!E invece no! Danni delle mareggiate (15/01/2010) Nei primi mesi del 2010, delle forti raffiche di Bora sollevano delle grosse onde nella laguna che erodono una parte della pista ciclabile quasi completata. Il vento sembra voler prendersi gioco dei tecnici della Provincia di Udine. Ai primi danni, si tenta di porre rimedio riportando della ghiaia per compensare il materiale eroso dai flutti. Tuttavia, una seconda ondata di maltempo, non solo erode ulteriormente la ciclabile in costruzione ma si “mangia” anche parte dei mucchi di ghiaia sopra citati! A questo punto la Provincia capisce di non avere le competenze per completare l’opera e passa la patata bollente a FVG Strade S.p.A. Opere di rinforzo degli argini e ripristino delle parti erose dalle mareggiate (27/03/2010) Già nel mese di marzo del 2010, la FVG Strade ha rinforzato e rialzato la sponda del terrapieno e preparato di nuovo il sottofondo della pista ciclabile. Dopo pochi mesi questo tratto della Ciclovia Alpe Adria (FVG-1) viene completato (con una spesa di circa 1,3 milioni di euro da parte di FVG Strade e quasi mezzo milione di euro dal comune di Grado). Finalmente il 7 maggio Inaugurazione della ciclabile (07/05/2011) 2011 (in concomitanza con la visita del papa ad Aquileia) la pista ciclabile che corre sulla laguna viene inaugurata in pompa magna, con la presenza “dell’assessore regionale ai trasporti Riccardo Riccardi e l’assessore regionale al turismo Federica Seganti, il commissario del Comune di Grado, Giovanni Blarasin, i responsabili di Strade Fvg, Giorgio Santuz e La pavimentazione della ciclabile il 7 maggio 2011 (giorno dell’inaugurazione dell’opera) Oriano Turello. Ci saranno inoltre l’arciprete di Grado monsignor Armando Zorzin che benedirà l’opera e naturalmente diversi cicloturisti che avranno modo di inaugurare il panoramico percorso”. Ecco come la stampa descrive l’evento! Condizioni della ciclabile lo scorso dicembre (2011) Ripensandoci, potrebbe essere che papa Ratzinger non abbia gradito il fatto che alcune sue pecorelle abbiano preferito partecipare all’inaugurazione della ciclabile piuttosto che rendere omaggio a sua Santità! Di sicuro papa Benedetto XVI non avrà mandato un anatema alla povera pista ciclabile, tuttavia resta il fatto che la pavimentazione perfettamente funzionale il giorno dell’inaugurazione, si sfalda completamente nel giro di pochi mesi, rendendo il transito sulla pista ciclabile assai poco piacevole. Dettaglio della fondo compattato Cartello sull’argine della laguna (17/04/2012) FVG Strade è costretta a un nuovo intervento di manutenzione straordinaria, realizzato rispettando i tempi previsti (bravi!) ma spendendo altri 750 mila euro di soldi pubblici (oltre ad altri 560 mila euro stanziati dal comune di Grado). Come descritto nel post precedente, il materiale utilizzato per quest’ultima pavimentazione sembrerebbe essere molto simile a quello dell’inaugurazione. Sara meglio che iniziamo a pregare affinchè non si bricioli anche questo nel giro di pochi mesi!