header caar IT

Finalmente aperti i nuovi tratti di pista ciclabile a Pontebba

Il nostro amico Nevio Costanzo mi segnala che finalmente sono stati resi fruibili al pubblico i tre nuovi tronconi di pista ciclabile realizzati a Pontebba.

I lavori erano iniziati più di 15 mesi fa (QUI il mio articolo) e sono stati completati durante l'inverno. Tuttavia i divieti e le transenne impedivano ufficialmente l'accesso a queste opere fino alla scorsa settimana. Ora finalmente le barriere sono state definitivamente rimosse ed è stata accesa l'illuminazione nella Galleria di San Rocco (lunga più di 650 metri).

Per chi scende da Tarvisio, la nuova pista cicalbile è ben visibile sotto i viadotti dell'autostrada e prosegue in parallelo alla statale Pontebbana (SS13) fin quasi al Palaghiaccio e alla stazione ferroviaria. Grazie alla nuova opera, lunga circa 650 m, non serve aggirare lo scalo ferroviario e, soprattutto, si evita di affrontare la ripida discesa (salita per chi pedala in direzione opposta) presso la chiesa di Pontafel.

La seconda tratta si incontra in uscita dal paese: la nuova pista ciclabile si stacca dalla strada principale e con una brusca salita raggiunge il vecchio tracciato ferroviario proprio nei pressi dell'imbocco della lunga galleria. Grazie al recupero di questa infrastruttura (circa 800 metri) è stato possibile eliminare il tracciato che passava accanto al cimitero e che nelle passate stagioni era stato teatro di numerosi incidenti (alcuni purtroppo con gravi conseguenze) a causa delle ripide salite e discese che si susseguivano.

Infine la terza parte che recupera integralmente la parte mancante della vecchia linea ferroviaria nei pressi di Pietratagliata: ora non serve più scendere nel cunicolo che portava all'abitato e soprattutto non è più necessario affrontare la rampa di scale per riprendere l'inizio della pista ciclabile. Per completare questo tratto di pista ciclabile è stato necessario ricostruire il ponte sulla strada comunale, ripristinare il ponte-viadotto sul Rio Osvaldo, e rendere accessibili le due brevi gallerie collocate tra il casello e le scale sopra citate. Il nuovo tratto realizzato aggiunge altri 750 metri di pista ciclabile in sede propria alla Ciclovia Alpe Adria.

Mi permetto di fare una critica sulla realizzazione della rampa di accesso al secondo tratto di ciclabile (quello in uscita da Pontebba): perchè è stata realizzata una salita così ripida? C'era molto spazio a disposizione; perchè non sfruttarlo per ottenere una pendenza adeguata?

Una nota di merito invece per i lavori di ristrutturazione dell'imponente stemma del casato dei Savoia che vengono eseguiti senza interferire con il traffico dei ciclisti. Nel 1879, anno di apertura ai treni della ferrovia Pontebbana, nella chiave di volta che sovrasta l'ingresso settentrionale della Galleria di San Rocco, venne posizionata questa maestosa opera in pietra affinchè fosse visibile ai passeggeri provenienti dall'Austria. A quei tempi, il torrente Pontebbana rappresentava ancora il confine tra Italia ed Austria e la galleria era rappresentava la prima opera che i treni incontravano in territorio italiano.

Ringrazio ancora Nevio Costanzo che mi ha inviato anche le foto qui pubblicate.

Mario Saccomano

Quick link:

  • Home page
  • Route
  • Link
  • Link

Follow us:

Facebook

Instagram

Youtube

Flickr

 

About:

  • Contact us
  • About us
  • Our team
  • Why choose us
  • Data privacy policy
  • Terms and conditions